Pensieri che liberano emozioni a tutela dei diritti dell'infanzia

Successo del progetto che ha coinvolto educatrici e genitori dei nidi comunali e delle scuole dell’infanzia

Data:

22 Novembre 2022

Tempo di lettura:

2 min

Foto - Pesca un pensiero

Descrizione

GREVE IN CHIANTI – BARBERINO TAVARNELLE, 22 novembre 2022. “L’uomo è più vicino a se stesso quando raggiunge la serietà di un bambino intento nel gioco”, “Tre cose ci sono rimaste nel Paradiso: le stelle, i fiori e i bambini”, “I fanciulli trovano tutto nel nulla”. Eraclito, Giacomo Leopardi, il Sommo Poeta e tante altre frasi e riflessioni di autori e autrici del passato e della contemporaneità come Maria Montessori, Gianni Rodari, Paulo Coelo, uniti dal bisogno di celebrare la ‘purezza’ dei più piccoli. Un pensiero, una lirica, un’emozione da portare a casa per ricordare e condividere l’importanza di mettere al centro della vita di ogni persona, ieri come oggi, la tutela dei diritti civili, culturali, sociali, economici, politici delle bambine e dei bambini di tutto il mondo. E’ l’obiettivo dell’iniziativa “Pesca un pensiero”, ideata e organizzata dalla coordinatrice pedagogica dei nidi comunali di Greve in Chianti e Barberino Tavarnelle Giulia Clemente in occasione della Giornata mondiale dell'infanzia e dell'adolescenza.

Abbiamo invitato genitori, nonni, zii a cogliere da un’apposita scatola realizzata dalle educatrici e dalle insegnanti delle scuole interessate – spiega la coordinatrice - rotolini di carta contenenti pensieri, poesie, frasi sui bambini e sulle bambine, composti da artisti, pedagogisti, psicologi, intellettuali, scrittori”. “Un’occasione creativa e coinvolgente – continua - per tenere sempre accesi il pensiero, il cuore e le parole sull’età e sulla cultura dell’infanzia, stimolare spunti di riflessione e generare altri pensieri sui temi dell’infanzia”. L’iniziativa ha coinvolto nel territorio comunale di Greve in Chianti i nidi comunali Il Riccio di Greve in Chianti, La Coccinella di Greti, I Girasoli di Strada (accreditato) e le scuole dell’infanzia Zanobi da Strada a Strada in Chianti, Alice Sturiale di San Polo in Chianti, Gianni Rodari di Panzano, Nino Tirinnanzi di Greve. Nel comune di Barberino Tavarnelle ha aderito all’iniziativa i nidi comunali Il Melograno di Sambuca Val di Pesa, Il Melarancio di Barberino Val d’Elsa, La Collina dei Conigli di Vico d’Elsa, le scuole dell’infanzia La Casa sul fiume di Sambuca, La Casa del Sole di Barberino, La casa del bosco di Vico d’Elsa.

L’intento di attribuire valore e centralità ai diritti delle bambine e dei bambini in questo particolare giorno dell’anno – ha proseguito la coordinatrice - è stato molto apprezzato dagli adulti che hanno aderito numerosi all’iniziativa, un particolare ringraziamento alle educatrici e alle insegnanti che hanno reso possibile il progetto con il coinvolgimento attivo dei genitori”. La Giornata Mondiale dei diritti dei bambini si celebra il 20 novembre di ogni anno. La data coincide con il giorno in cui l’Assemblea generale ONU adottò la Dichiarazione dei diritti del fanciullo, nel 1959, e la Convenzione sui diritti del fanciullo, nel 1989.

Ulteriori informazioni

Multimedia

Ultimo aggiornamento

24/11/2022 - 16:27