Greve in Chianti, territorio smart. Connessioni ultraveloci con la fibra ottica estesa fino alle abitazioni

Stanno proseguendo i processi di digitalizzazione anche per le località Ferrone e Passo dei Pecorai

Data:

27 Aprile 2022

Tempo di lettura:

2 min

Descrizione

GREVE IN CHIANTI, 27 aprile 2022. Chianti, territorio sempre più smart e digitalizzato. Il Comune di Greve in Chianti è stato inserito nel programma nazionale di copertura di FiberCop, la società infrastrutturale del Gruppo TIM. In sinergia con l’amministrazione comunale, sarà realizzato un innovativo piano di cablaggio che porterà la fibra ottica fino alle abitazioni e sarà in grado di attivare collegamenti ultraveloci fino ad un Gigabit/s.  

“La nuova rete super-veloce - spiega il Sindaco Paolo Sottani - consentirà di accelerare i processi di digitalizzazione sul territorio, a beneficio di cittadini, imprese e pubblica amministrazione, e di rispondere al meglio alle esigenze professionali anche legate allo smart working e alla didattica a distanza”. Per la posa della fibra ottica saranno utilizzate, laddove possibile, le infrastrutture già esistenti. Nel caso sia necessario effettuare scavi, questi saranno realizzati adottando tecniche innovative a basso impatto ambientale, accompagnati da interventi sulla sede stradale di circa 10-15 centimetri.

“Greve in Chianti ed altre frazioni saranno dotate di una rete in fibra ottica ancora più performante di quella che oggi è a disposizione di cittadini e imprese – aggiunge l’Assessore ai Lavori pubblici Stefano Romiti - grazie alla tecnologia FTTH, che rende disponibili collegamenti fino a 1 Gb/s. Anche nel resto del territorio stanno proseguendo i processi di digitalizzazione come nella località del Ferrone, raggiunta recentemente dalla fibra, e al Passo dei Pecorai dove arriverà a breve. Auspichiamo tempi brevi anche per la frazione di San Polo che è rientrata nel bando ministeriale Piano Italia a 1 Giga cui ha partecipato la Regione per la copertura della rete in fibra nelle aree in cui non è previsto alcun intervento da parte dei gestori delle telecomunicazioni”.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

04/05/2022 - 10:37