CHIANTI, TERRA DI CENTENARI. DINA E GIULIANA FESTEGGIANO A GREVE, OTELLO BRINDA A SAN CASCIANO

Oltre tre secoli di vita chiantigiana, estate nel segno della longevità

Data:

18 Luglio 2022

Tempo di lettura:

3 min

Descrizione

L’Assessore Esposito e il sindaco Ciappi: “il segreto della longevità va ricercato nella personalità vitale e combattiva, nella forza morale e nel senso pratico dei nostri concittadini”

Greve - San Casciano, 18 luglio 2022. Ancora un traguardo secolare, anzi tre, per una delle terre più longeve d'Italia. Sono stati tre energici nonnini, due di Greve in Chianti, uno di San Casciano in Val di Pesa, a spegnere simbolicamente oltre 300 candeline insieme agli amici, parenti e alle visite istituzionali dell'Assessore Maria Grazia Esposito (Greve in Chianti) e del Sindaco Roberto Ciappi (San Casciano in Val di Pesa) che hanno omaggiato l'elisir di lunga vita testimoniato dai centenari grevigiani e sancascianesi.

Ad aver compiuto un secolo di vita è stata Dina Bonechi. Originaria della località Antella, nel comune di Bagno a Ripoli, ha dedicato gran parte della sua vita alla politica al fianco del marito e si è attivata nel settore sociale a favore della sua comunità portando avanti con passione e determinazione il ruolo di volontaria. Ha due figli, tre nipoti e quattro bisnipoti. Insieme a lei, nella struttura RSA Botticelli di Strada in Chianti, dove risiede, anche Giuliana Stiacci ha celebrato un compleanno memorabile. La fiorentina è arrivata a festeggiare 102 anni. Innamorata della sua città, dove ha vissuto con il marito Dante, che di mestiere faceva il ferroviere, è mamma di due figli e nonna di tre nipoti. Giuliana è un'amante della lirica e ha investito il suo percorso professionale sulla sartoria artigianale, prima come modellista poi come sarta. Aveva un sogno che ha realizzato a pieno: far studiare i figli e garantire loro una formazione universitaria.

A San Casciano tutta la comunità ha festeggiato i 100 anni di vita del Professor Otello Pampaloni. Uomo colto, appassionato di storia, letteratura, arte, materie umanistiche, è stato insegnante e ha svolto questa professione in vari istituti scolastici della Toscana. Il suo lavoro intellettuale, fatto anche di ricerca e valorizzazione di percorsi e personaggi culturali del Novecento, ha permesso di arricchire la conoscenza di San Casciano e della sua comunità con la pubblicazione di numerosi scritti di carattere storico e documentaristico. Insieme ai familiari e agli amici hanno brindato al suo straordinario traguardo il Sindaco Roberto Ciappi e il Consigliere Regionale Massimiliano Pescini. La vita del professore è stata caratterizzata anche dall'impegno nel mondo della politica. Dagli anni '50 agli anni '80 Otello Pampaloni è stato Consigliere Comunale a San Casciano e Consigliere Provinciale a Firenze.

"Nel Chianti possiamo vantare davvero un record da guinness, abbiamo oltre 15 centenari nei comuni di area chiantigiana - dichiara l'Assessore Esposito - le ragioni possono essere tante: qualità dell'aria, vita di campagna, dieta sana e genuina, movimento, socialità, tuttavia credo che il segreto della longevità vada ricercato nella personalità vitale e combattiva, nella forza morale e nel senso pratico dei nostri concittadini, avvolti dall'affetto dei familiari che resta una delle maggiori spinte affettive che stimola, sostiene e dà profondità alla vita". "Basta guardarli negli occhi sottolinea il Sindaco Ciappi - per capire la saggia consapevolezza che i nostri centenari hanno acquisito nel percorso umano e professionale che hanno vissuto, ciò che mi colpisce maggiormente è la serenità di un obiettivo raggiunto e il desiderio di averlo perseguito, con sacrificio, dedizione, generosità, pervicacia.  Rivolgiamo i nostri più sinceri e affettuosi auguri ai centenari del Chianti".

(Ufficio Stampa ASSOCIATO DEL CHIANTI FIORENTINO)

Ultimo aggiornamento

19/07/2022 - 16:36