Coronavirus - zona arancione

Disposizioni in vigore dalle ore 14:00 del 17 aprile 2021

L'Ordinanza del Ministero della Salute del 9 aprile 2021 dispone per la Toscana l'applicazione delle misure previste per la zona arancione.
Anche la Città Metropolitana di Firenze torna in zona arancione dalle ore 14 di sabato 17 aprile 2021.

Di seguito una sintesi delle disposizioni previste dal D.P.C.M. del 2 marzo 2021 come prorogate dall'art. 1 del D.L. 44/2021.

Scuola
Riaprono in presenza anche le classi seconde e terze medie.
Si svolgeranno in presenza quindi i servizi educativi dell'infanzia e le lezioni per le scuole primarie (elementari) e le scuole secondarie di primo grado (medie).
E' confermato il normale funzionamento dei servizi di mensa, colazione e trasporto scolastico.

Spostamenti
Vietati gli spostamenti in entrata e in uscita dalla regione, salvo che per comprovate esigenze di lavoro, di necessità o di salute; è comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.
È consentito spostarsi solo all'interno del proprio Comune, tra le 5 e le 22. Gli spostamenti verso altri Comuni sono consentiti solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute.
È consentito lo spostamento (max due persone) verso una sola abitazione privata abitata nell'ambito del territorio comunale, una sola volta al giorno, fra le 5 e le 22; sono esclusi dal conteggio i figli minori di 14 anni e persone con disabilità o non autosufficienti.

Esercizi commerciali
È consentita l'apertura degli esercizi commerciali al dettaglio.
I negozi all'interno di centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali e altre strutture assimilabili devono restare chiusi nelle giornate festive e prefestive, ad eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie,  punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.

Ristorazione
E' sempre vietato consumare cibi e bevande all’interno dei ristoranti e delle altre attività di ristorazione (compresi bar, pasticcerie, gelaterie etc.) e nelle loro adiacenze.
Dalle 5.00 alle 22.00 è consentita la vendita con asporto di cibi e bevande, come segue:
- dalle 5.00 alle 18.00, senza restrizioni;
- dalle 18.00 alle 22.00, è vietata ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina (e altri esercizi simili - codice ATECO 56.3).
La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.
È consentita, senza limiti di orario, anche la consumazione di cibi e bevande all’interno degli alberghi e delle altre attività ricettive, per i soli clienti ivi alloggiati.
Non sono comunque consentiti gli assembramenti né il consumo in prossimità dei locali.

Mercato 
Sono completi di tutti i banchi, di ogni settore merceologico previsto abitualmente.

Musei e sport
Musei e altri istituti e luoghi della cultura chiusi ad eccezione delle biblioteche e degli archivi dove i relativi servizi sono offerti su prenotazione.
Piscine, palestre, teaterie  cinema chiusi.
Sono consentite l'attività motoria e l'attività sportiva anche nei centri sportivi e nei corcoli all'aperto, esclusi gli sport di contatto.

ULTERIORI DISPOSIZIONI COMUNALI DI CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL COVID - 19

Spazzamento stradale
Tenuto conto della situazione di emergenza sanitaria nazionale e delle disposizioni in vigore per il contenimento del contagio da covid - 19, con Ordinanza del Comandante della Polizia Municipale n. 115 del 2 aprile 2021 è stata disposta la proroga di sospensione del divieto di sosta con rimozione forzata per pulizia stradale su tutto il territorio dei Comuni di Barberino Tavarnelle, Greve in Chianti e San Casciano Val di Pesa fino al 30 aprile 2021.


La normativa vigente adottata dal Governo

Domande frequenti sulle misure in vigore dal sito del Governo

Ordinanze della Regione Toscana


Autodichiarazione per spostamenti

Ultimo aggiornamento: Mar, 20/04/2021 - 14:09