Alfa Castaldi RETROSPETTIVA 1956 - 1995

Mostra fotografica a Palazzo Malaspina

Protagonista della scena culturale milanese degli anni 50-60, Alfa Castaldi ha trasformato anche la fotografia di moda in un'opera d'arte. Anche grazie alla collaborazione con la moglie Anna Piaggi. Figura chiave della fotografia italiana, Alfa Castaldi, nato nel 1926, è allievo del critico d'arte Roberto Longhi e nella Firenze del dopoguerra segue tra le facoltà di Architettura, Lettere e Filosofia, un percorso di studi tumultuoso, ma interessante. Alfa abbandona la breve carriera universitaria e si dedica intensamente alla fotografia. Tra il 1954 e il 1961 frequenta a Milano l'ambiente intellettuale e artistico del quartiere Brera e del Bar Jamaica; luoghi che lo formano culturalmente, ma soprattutto rappresentano un punto d'incontro per i protagonisti di un periodo creativo molto attivo. Castaldi respira un'atmosfera viva, ricca di stimoli sociali, all'interno della quale sceglie la fotografia come unica forma di espressione adatta a raccontare la rinascita della vita culturale italiana.
In mostra a Palazzo Malaspina le sue opere fotografiche più rappresentative del periodo 1956 - 1995 a cura di Archivio Alfa Castaldi.

La mostra, patrocinata dall'Unione Comunale del Chianti Fiorentino, sarà inaugurata SABATO 19 MAGGIO 2018, ore 18.00 e resterà aperta fino a domenica 8 luglio 2018 nei seguenti orari

Lunedì - martedì - giovedì - venerdì e domenica 16.00 - 19.00

Mercoledì CHIUSO

Sabato 10.00 - 13.00 e 16.00 - 19.00

Per informazioni:

Segreteria Eventi Coop Itinera progetti e Ricerche - tel 0586894563 int 5

Infopoint Tavarnelle tel 0558077832

Palazzo Malaspina tel. 0558072338

Ultimo aggiornamento: Ven, 11/05/2018 - 13:06